Cresce il settore del betting online e la scommessa bianconera è anche mobile

Contro ogni previsione, il settore dei libri cartacei ha registrato un aumento delle vendite a svantaggio del settore digitale, con il 15% in meno di copie ebook vendute negli ultimi 10 mesi e il 12% in più di crescita nel segmento del cartaceo. Se per il mercato dei libri digitali sta iniziando un periodo di calo, non si può certo dire lo stesso per il settore delle scommesse. Dai dati forniti dalla Agimeg, l’Agenzia Giornalistica sul Mercato del Gioco, è emerso che, nell’arco di soli sei mesi, si è registrata una raccolta pari a 1,3 miliardi di euro in relazione alle sole scommesse on-line.

Nel settore dei giochi a distanza, lo sviluppo della tecnologia, unitamente alla diffusione dei dispositivi mobili moderni (smartphone e tablet), ha permesso di raggiungere obiettivi che sembravano impossibili, basti pensare alla possibilità di monitorare dal proprio cellulare gli avvenimenti sportivi di proprio interesse e le relative quote, per piazzare la propria scommessa anche fuori casa, in qualunque momento della giornata.

Per esempio, per tutti i tifosi dell’Udinese che desiderano seguire la propria squadra del cuore in ogni momento del giorno, arriva la versione mobile del sito dedicato alla squadra bianconera, sia per cellulari che per palmari, per restare aggiornati anche in mobilità.
In più, alcuni siti web di gestori di scommesse, ad esempio SNAI, offrono delle sezioni informative, riguardanti le ultime  novità sulle squadre della Serie A, ad esempio l’ultima partita dell’Udinese, il suo andamento in campionato da un punto di vista statistico, le performance dei giocatori, le varie classifiche disponibili e le informazioni generali su ogni giocatore della squadra bianconera. In questo modo, il tifoso bianconero avrà la possibilità di realizzare un pronostico fedele, per una scommessa vincente.
Inoltre, da quando il tecnico romano Colantuono ha preso le redini della panchina dell’Udinese, con il duo Lodi e Felipe, è ancora più entusiasmante vivere il mondo della tifoseria scommettendo sulla squadra bianconera.
Continua a leggere

Annunci

Dalla curva alle curve…. con l’app per rimorchiare allo stadio

Non potevo non condividere con voi questa bellissima notizia: è nata l’app per rimorchiare allo stadio!

“Riproduciamoci, saremo di più”, con questo slogan, decisamente chiaro ed esplicito, il club madrileno del Getafe spera di riportare un po’ di tifosi allo stadio, lanciando “Getafinder”.
Si tratta di un’applicazione per cellulari e dispositivi mobili, attivabile esclusivamente dentro il Coliseum Alfonso Pérez, che consente di visualizzare foto, video e chattare insieme ad altri tifosi distanti sugli spalti, e perché no, anche incontrarsi nei bagni per mettere in pratica la fase di ripopolamento. Lo spot infatti si conclude così…

tifosi_italia_tricolori_getty_04

Mi vengono in mente però delle considerazioni:

  • Lo stadio diventerebbe come una banale discoteca… solo un luogo di rimorchio. “Vado allo stadio per vedere la partita”, si certo! E io vado in discoteca per ascoltare la musica…
  • Si passerebbe tutto il tempo a guardare il cellulare e al diavolo (non inteso come Milan) la partita…
  • Si andrebbe in curva non per vedere le giocate di Higuain, ma per le curve della tipa in tribuna…
  • In un bagno dello stadio non ci andrei nemmeno a specchiarmi, figuriamoci a fare altro…
  • Si discuterebbe non per la squadra, ma per la bionda/o seduti quattro posti più in là

Chissà se quest’app avrà successo… con me non lo avrebbe. Quando sono allo stadio non rispondo nemmeno a mia madre, figuratevi a un tizio che non conosco che dalla curva, invece di tifare, guarda le mie foto. Già questo lo farebbe precipitare nella fossa (dei leoni).

Già trovo assurde le kiss cam (ovvero operatori dello stadio che inquadrano coppie di spettatori chiedendo loro un bacio) perché non sai mai chi ti capita vicino…