Storia di una tifosa che non vedrà la finale di Coppa Italia

Ora vi racconto una storia. C’era una volta una bambina che era cresciuta tifando una squadra di calcio. Questa squadra di calcio, dopo averle dato, nel corso degli anni, tante soddisfazioni e gioie, da circa cinque anni la fa inviperire e soffrire. Nessuna gioia, solo tanto dolore (inteso come dolore che si può provare per il calcio, ovviamente).

libro_favola_copia_bianca_Web

Ma lei non si è data mai per vinta e ha continuato a guardare le tante, inutili e brutte partite che questa squadra giocava, cercando sempre di trovare un lato positivo. “Nella buona e nella cattiva sorte”. Non si dice così?

Finalmente questa squadra, un po’ per fortuna, un po’ perché non si sa, va in finale di Coppa Italia. Non è la Champions, non è l’Europa League, ma è comunque una finale in cui si può vincere un titolo. Magari la fortuna potrebbe essere dalla sua parte. Dopotutto, sono cinque anni che in quella squadra nessuno alza qualcosa… oltre al gomito e a parti anatomiche maschili (almeno si spera!).

La nostra eroina aspettava questa serata, non tanto per la vittoria (perché onestamente non ci crede nessuno) ma semplicemente per riassaporare il gusto di una gara importante giocata dalla sua squadra del cuore. L’attesa, la preparazione. Aveva pure organizzato col suo amico juventinissimo la serata. Ma l’imprevisto è sempre dietro l’angolo, oppure chiamiamola “salvezza da una delusione”.

Fatto sta che quella sara non potrà vedere la sfida, perché deve andare a vedere uno spettacolo teatrale. Un evento a cui non può rinunciare… perché a recitare è suo padre. Quel padre che l’ha fatta innamorare del calcio e del Milan. Che sia tutto un disegno divino per proteggere la giovane da una cocente delusione? Una sorta di fata madrina che cerca di inviarle segnali? Non lo so, ma invece di tifare per la squadra, lei sarà in un teatro a tifare per suo padre. Forse è giusto così!

 

Pensiero finale o sulla finale (fate voi): L’unica speranza per il Milan di vincere la Coppa Italia è che la Juventus giochi la finale come fosse una finale di Champions (Cit.)

Annunci

53 pensieri su “Storia di una tifosa che non vedrà la finale di Coppa Italia

  1. Questo sì che è c..o: evitare una ulteriore brutta delusione grazie ad uno spettacolo teatrale! Il destino ti vuole bene!
    P.s: la citazione finale è veramente spettacolare, ahahah!

  2. La citazione è così veritiera e per questo atroce che secondo me vedrai tuo padre ma un occhio sul cellulare lo guarderai eccome che lo guarderai. cmq sei molto tenerona! Brava! Per la partita i super favoriti siamo noi ma a volte i super favoriti se la menano. Che spettacolo fa tuo papà?

  3. Credo tuo padre ti stia mettendo alla prova: ti ha insegnato la fede nel Milan, ed ora che hai 20 anni desidera mettere alla prova il tuo carattere. Quello che non possiamo sapere è: se scegli il Milan lo deluderai? Se scegli lui lo deluderai? Imperscrutabili padri.

  4. Beh, forse tuo padre è troppo protettivo: ormai sei abituata alla sofferenza, non sarà mica un problema una partita in più! (Vuoi vedere che Donnarumma sarà il migliore del Milan?)

  5. … ogni volta che una tifosa come te sceglie la coppia Babbo-Teatro al posto di una partita di calcio… una fatina burlona rinasce e gioisce ( in caso contrario… muore bestemmiando in lingue sataniche) 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...