Brocchi al Milan… dov’è la novità?

Premetto che il titolo è stato gentilmente concesso da Gintoki, che ha visto bene di rimarcare, con questa battuta, la “broccolaggine” dei giocatori del Milan.
Premetto anche un’altra cosa: oggi volevo scrivere del film che faranno sul Leicester – va be’ lo farò domani – ma l’attualità mi riporta alla realtà e quindi devo parlare del “caso Milan”.

Anche questa volta a pagare è sempre uno, il solito: l’allenatore. La legge non scritta del mondo del calcio ha fatto un’altra vittima, Sinisa Mihajlovic. Che qualche responsabilità potrà pure averla sotto il profilo tattico, soprattutto a inizio stagione. Cambiava formazione ogni domenica, ma poi le cose hanno cominciato a stabilizzarsi, a trovare se possibile, un equilibrio.

Brocchi-2

Brocchi lo vedo entusiasta del suo nuovo ruolo

Non è colpa di Mihajlovic se Balotelli, tanto per fare un esempio, non riesce a buttarla dentro da due metri, come accaduto sabato con la Juventus o se ha deciso di iniziare a giocare ad aprile. E non è colpa di Mihajlovic se il club spende milioni per ricostruire dopo annate disastrose con acquisti (Cerci, Bertolacci e via dicendo) che aggiungono poco nei reparti più carenti, come il centrocampo.

Il serbo ha fatto quello che ha potuto con il materiale umano a disposizione. Solo che se i giocatori, pochi quelli all’altezza della storia recente rossonera, remano contro o non possono dare più di tanto per evidenti limiti – l’età, la tecnica – la colpa non può essere esclusivamente del timoniere. Una società avveduta, intenzionata davvero a ripartire con un progetto a lunga durata, avrebbe dovuto fare mea culpa. Ma dalle parti di Milanello la bussola l’hanno persa da un pezzo.

Ora il povero Brocchi si brucerà la carriera e farà la fine di Inzaghi, perché non credo che in un mese possa cambiare chissà che. Come ha detto Trapattoni: “non è che cambiando i bottiglioni il vino cambia”.

Annunci

44 pensieri su “Brocchi al Milan… dov’è la novità?

  1. Per creare o mantenersi come squadra di calcio di vertice (non dico europeo, ma anche solo nazionale) servono:

    – Un presidente facoltoso;
    – Un DS/AD che capisca di calcio;
    – Una rete di osservatori attenti;
    – Un buon settore giovanile.

    Tutto il resto (allenatore, giocatori, rapporti con i tifosi) viene di conseguenza.

  2. non avrei mai osato scriverlo perché non sono una intenditrice di calcio ma la broccolaggine è parsa evidente anche a me ed è vero che anche cambiando i bottiglioni il vino non cambia… beh, tu ci becchi e se lo dici tu mi unisco anche io…ciauuu

  3. Diciamo che l’allenatore è sempre il capro espiatorio e poi è più semplice cambiare lui, che l’intera squadra! 😛 Ps. A proposito di Balotelli, mi sa che ha iniziato a giocare anche a pallavolo! Ahahahahahaahh

  4. Il Milan cambia allenatore e Casaleggio – grande tifoso rossonero – il giorno dopo muore. Coincidenze? Io non credo (cit.) 😋️

    Povero Brocchi, ha tutta la mia solidarietà, ma un calcio negli zebedei alla dirigenza e a qualche giocatore glielo tiererei tutto. O almeno crocifiggerlo in sala mensa come Fantozzi.

  5. Povero Brocchi e milioni a parte poveri tutti quelli che sono passati da quella panchina, sinceramente non li ho mai invidiati a livello umano. Se è la prassi per liberarcene vorrei tanto che il Berlusca andasse ad allenare il Milan cosi forse appurata l’incapacità di fare miracoli è la volta buona che si leva dal cazzo una volta per tutte (scusate il francese).

  6. È da stamattina che ci penso… Ma che davvero?! Brocchi?! Ma uno meglio non c’era?! Era pippa da calciatore figuriamoci da allenatore!
    Che tristezza infinita… 😭

  7. Sembra che vogliano fare concorrenza a Zamparini… Non c’è logica nè nella decisione in sè, nè nella tempistica…. Sembra che vadano avanti a tentoni, e il povero Brocchi rischia seriamente di fare la fine di Seedorf e Inzaghi. Mah.

  8. Caspita, avevo una bellissima battuta in serbo, ma avendo licenziato Miha che da contratto era costretto a leggere il tuo blog, ora non la capirebbe più nessuno!

    E dopo sta cazzata è meglio se sparisco per un po’ 😀

    ps1. Ma alla fine i podcast del mercoledi non ci sono?

    ps2. Vieri ha dichiarato: “Brocchi ama il bello, farà bene” … ok.. ama il bello… ma che cazzo centra?

    ps3. L’unico dubbio da milanista che mi viene è: un allenatore che sa fare gioco farebbe giocare meglio questa squadra? Alla fine squadre come Chievo, Empoli, Sassuolo, spesso riescono ad espimire un calcio migliore, più bello e più divertente rispetto a quello dei rossoneri! E allora siamo certi che non sia Anche (sottolineo l’Anche) colpa dell’allenatore? Ai poster(i) l’ardua sentenza!

    • Apprezzo il tuo nasconderti dopo la pessima battuta 😛
      ps1- ho sollecitato l’inserimento ma ancora nulla… devono anche cambiare la foto e la descizione
      ps2- Se ama il bello farà giocare solo i belli. bah!
      ps3- Onestamente non so a chi dare la colpa… ma certo come ho scritto non è solo colpa dell’allenatore.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...