Dal “gran culo di Cenerentola”… al “gran pacco del Principe” (scusate ma parlo di cinema)

Oggi non sono molto ispirata dal calcio. Non mi è venuta nessuna idea su come affrontare la sfida Roma-Napoli – anzi se avete suggerimenti sono ben contenta – valida per un posto in Europa. Domani prometto che mi farò venire una brillante idea!

Perciò voglio parlarvi del film Cenerentola, che ieri sera sono andata a vedere. In particolare, voglio parlavi del pacco del Principe. Sì, avete capito bene!

Screen-Shot-2015-02-11-at-9.52.26-AM

Non sono osservazioni da pervertita, non è l’ormone primaverile e non voglio nemmeno calpestare tutta la poesia fiabesca del film, ma non sono stata l’unica a notare la mercanzia in mostra.
Infatti, appena è entrato in scena il Principe (Richard Madden, già noto per Il Trono di Spade) con un pantalone chiaro e aderente, la mia amica si è girata verso di me e mi ha detto: “Certo che un altro pantalone glielo potevano mettere al Principe, si vede tutto!“. E in effetti, si vede parecchio!

Scena dopo scena, il Principe cambia giacche e uniforme, ma i pantaloni bianchi restano per tutto il film, fino al matrimonio. Con i suoi gioielli della corona sempre visibili. Ora mi spiego perché, c’erano schiere di mamme con le figlie: si sarà sparsa la voce! Per me invece, è stata una sorpresa, nessuno mi aveva avvertita che i gioielli che si vedevano non erano solo quelli che indossava la matrigna (una fantastica Cate Blanchett, tra l’altro).

Richard-Madden

A questo punto la frase: “Quel gran culo di Cenerentola” assume tutto un altro significato… e potremmo ribaltarla con “Quel gran pacco del Principe“.

 

*Il film mi è piaciuto nel complesso… a prescindere da tutto!

Annunci

61 pensieri su “Dal “gran culo di Cenerentola”… al “gran pacco del Principe” (scusate ma parlo di cinema)

  1. Cenerentola, la Bella Addormentata, Biancaneve che probabilmente è il peggio del peggio, visto che finisce per fare la cameriera a sette maschi portatori di handicap, sono costate alla liberazione della donna ben più di una battaglia perduta.
    Ricordo però che in uno dei cartoni di Shrek c’è una rivincita. Fiona, l’orchessa moglie di Shrek è presa imprigionata assieme alle altre principesse dal cattivo di turno e le invita, meglio incita, a salvarsi da sole, senza aspettare improbabili principi azzurri

    • Ma infatti con la mia amica dicevamo che Cenerentola non è educativa: lei passa per una cogliona senza spina dorsale e la matrigna e le sorellastre per la cattiveria e la poca sostanza…

  2. Agnese! Le signorine non le pensano neanche queste cose! Non dirmi che guardi anche quelli dei calciatori!!! 🙂
    Cate Blanchett ci piace! E ci piace anche molto! Ma è come in Biancaneve e il cacciatore dove la matrigna è più figa della protagonista?

  3. Beh, non posso non scrivere se si parla di cinema! 😀 Perfino se si parla dei metaforici gioielli di famiglia dell’ex Robb Stark, alias Richard Madden. Ora, tra l’altro, comprendo il tuo entusiastico, frenetico slancio nel voler vedere ‘sto lungometraggio! 😀 Sebbene “Il trono di spade” sia molto più licenzioso, eh.

    • Il mio slancio ad andare a vedere questo film non era per quello… 😛 non lo sapevo che si vedevano le grazie di Robb Stark, tra l’altro ne “Il trono di spade” del povero Robb si è visto ben altro… hihihi
      Comunque, non è il tuo genere, fidati, benché non sia un brutto film!

      • Guarda, mi fido, vai tranquilla! Escludo totalmente la visione di questo lungometraggio, almeno al cinema. Sto ancora attendendo – invano, presumo – la proiezione di “Blackhat” di M. Mann, nei paraggi. Sgrunt.

  4. Ma no i topi non possono farti schifissimo, sono gli stessi del cartone ;P sono fondamentali! Grazie per essere passata sul mio blog! Arrivo sul tuo pensando di trovare post sul calcio e ne trovo uno di cinema, come non commentare 🙂 per me Cenerentola è perfetto, Branagh ha fatto un ottimo lavoro e pur essendo etero la cosa più bella è Cate, anche più dei gioielli del principe. Non lo so come fa ad essere così pazzesca sempre. Comunque ne ho già scritto abbastanza sulla mia recensione quindi mi fermo. Ti seguirò con piacere, da buona donna media mi faccio spiegare il fuorigioco molto spesso, ma il calcio mi piace parecchio e non scherzo!

    • Ma io ho una fobia per i topi e quelli mi sembravano troppo reali per i miei gusti! Cate è fantastica e anche a me il film è piaciuto, che ne dicano gli uomini…
      Parlo raramente di cinema, anche se lo adoro, e ora vado a leggermi la tua recensione 🙂 Sì, qui si parla generalmente di calcio, ma non troppo sul serio, quindi anche una non grande appassionata può dire la sua! 🙂

  5. Ehm, non desidero smontare la tua “felice ormonalità” primaverile. Ma credo che ci sia un tantino di riempimento, dato probabilmente dal fatto che non potendo mettere degli intimi (si sarebbero visti), comunque il soggetto doveva portare almeno un sospensorio o qualcosa di simile. E questo crea, come dire, una certa “paccanza”, come accade ai ballerini, ad esempio…

  6. Cavolo devo essere proprio idiota! Non mi sono accorta del “pacco” ho visto solo scenografie e costumi (per questo siamo andate a vederlo)….o forse non c’ho fatto caso perchè di “pacco” mi basta quello che circola in casa….

  7. Restando in argomento si fa un gran parlare ea quel punto mi sono messa di impegno a guardare… i gioielli di Alberto Angela che risaltano evidenti anche con un comodo Bermuda😋
    Sherabientot

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...