Donne con la palla e (le palle)

Il 23 marzo del 1895 a Londra, si gioca la prima partita ufficiale di calcio femminile tra il Nord e il Sud della città. Le prime, vestite in rosso, vincono 7-1.

Ecco cosa scrisse la stampa di loro: “Pochi minuti sono stati sufficienti a dimostrare che il calcio da parte delle donne, se le British Ladies possono essere prese come criterio, è totalmente fuori questione. A un calciatore sono richieste velocità, giudizio, abilità e coraggio. Nessuna di queste quattro qualità è stata mostrata sabato. Per gran parte della gara le donne vagavano senza meta sul campo in un trottare senza grazia”. 

23-03-1895Crouch-End-London-The-first-womens-football-match

Commento non proprio incoraggiante, ma il calcio, che da anni era presente in Inghilterra, poteva essere giocato anche dalle ragazze:  questa l’idea di Nettie Honeyball, che sarebbe passata alla storia come la creatrice del calcio femminile. Il suo vero nome era Jessie Allen, cassiera di una drogheria che si era appassionata al football ascoltando i discorsi  dei clienti del suo negozio. Per questo decide di fondare la prima lega calcistica femminile pubblicando un annuncio sui giornali: nel 1894, nasce così il “British Ladies Football Club”, al quale in breve tempo si uniscono trenta giovani donne.

Insomma, donne, che sono entrate in un mondo prettamente maschile… che poi così maschile lo è solo in Italia!

 

*Se volete avere più informazioni vi consiglio di leggere il post di Un uomo nel pallone